I primi 40 anni di ICEI1977-2017

Care amiche, cari amici,

quest’anno ICEI compie 40 anni ininterrotti di lavoro, sia come centro studi sia come ONG di cooperazione internazionale. Nata nel 1977 con l’obiettivo di fare informazione, ricerca e dibattito attorno ai grandi temi della politica internazionale e dello sviluppo, ICEI ha segnato una continuità lunga quattro decenni, che si è arricchita con l’avvio delle attività sul campo dai primi anni 2000. Senza mai abbandonare il lavoro di informazione sul territorio, abbiamo lavorato insieme a tanti partner in Europa e nel Sud del mondo, occupandoci di agricoltura, turismo responsabile, coesione sociale, protezione ambientale, valorizzazione territoriale, occupazione e giovani, genere, migrazioni.

icei_pescatori

I nostri 40 anni li vogliamo festeggiare con voi, proponendo una serie di incontri lungo tutto l’anno insieme a Radio Popolare di Milano, l’emittente nata anch’essa 40 anni fa e che ha sempre dedicato tantissimo spazio alla politica internazionale. Abbiamo definito insieme una programmazione per ripercorrere quasi mezzo secolo di politica internazionale.

La sede degli incontri sarà l’Auditorium di Radio Popolare in Via Ollearo 5 a Milano, a eccezione di quello di giugno.

RP logo 2 righe web

Questo è il calendario dei primi appuntamenti (i successivi sono in via di definizione):

Lunedì 3 aprile 2017 ore 21. Auditorium Radio Popolare
Nord Sud, tra cooperazione e conflitto
Saluto introduttivo al ciclo: Michele Achilli (fondatore ICEI)
Relatori Chawki Senouci e Alfredo Somoza
Conduce Sara Milanese

Lunedì 8 maggio 2017, ore 21. Auditorium Radio Popolare
Gli Stati Uniti da Reagan a Trump
Relatori Roberto Festa e Bruno Cartosio
Conduce Michele Migone

Lunedì 10 giugno 2017 ore 15. Ex OP Paolo Pini, Via Ippocrate 45
L’America Latina, dai generali a Lula
Relatori Alfredo Somoza ed Emiliano Guanella
Conduce Emanuele Valenti

Dedicheremo ampio spazio ai contenuti degli incontri sulla nostra testata www.dialoghi.info.
Gli interventi potranno essere riascoltati anche su Radio Popolare.

Un caro saluto e arrivederci,
Alfredo Somoza
Presidente