• it

Riforestazione e consapevolezza: combattere il degrado forestale in Mozambico

ICEI Mozambico FORESTE riforestazione

La deforestazione il degrado forestale sono fra i principali problemi del Mozambico. Anche nel Distretto di Mocubela, in Zambezia, dove lavoriamo con il progetto FORESTE, l’agricoltura itinerante e l’eccessivo sfruttamento delle risorse forestali (fra cui il legname) in modo non sostenibile, assieme agli incendi boschivi incontrollati, riducono sensibilmente la disponibilità di beni e servizi dell’ecosistema forestale nelle comunità rurali. Inoltre, il problema della deforestazione minaccia fortemente la biodiversità e causa un aumento delle emissioni di gas serra.

Come fare dunque per sostenere le comunità rurali e per tutelare maggiormente l’ambiente?

Giovanna Fotia, la nostra Capo Progetto in Mozambico, ci racconta di più:

“Nell’ambito del progetto FORESTE, contrastiamo la deforestazione grazie alla creazione di foreste produttive con la metodologia del Sistema Agro-Forestale (SAF), che promuove la resilienza e l’adattamento dei produttori agli effetti del cambiamento climatico. Inoltre, grazie alla disponibilità di piante forestali native nel nostro vivaio madre e nei vivai comunitari dei beneficiari del progetto, abbiamo potuto procedere alla riforestazione di aree particolarmente degradate del Distretto di Mocubela, contribuendo così a promuovere la conservazione della biodiversità e la mitigazione dei cambiamenti climatici”.

ICEI Mozambico FORESTE deforestazione degrado forestale Mozambico

L’ecosistema forestale che si trova in quest’area è quello del miombo: il più esteso ecosistema di foresta secca di tutta l’Africa (2,7 milioni di km quadrati), un patrimonio naturale immenso e anche una fonte importantissima di cibo, piante medicinali, materiale da costruzione ed energia per  una popolazione che, su scala globale, raggiunge oltre quaranta milioni di persone*.

Per poter promuovere in modo efficace una maggiore consapevolezza ambientale tra le comunità locali non ci limitiamo a lavorare solo con i la popolazione che vive direttamente nelle aree forestali degradate, ma sensibilizziamo anche l’intera comunità attraverso messaggi radio ed eventi pubblici. Inoltre, lavoriamo anche con le scuole, in modo tale che i bambini possano partecipare direttamente alle attività di riforestazione.


Lavorare con le scuole è fondamentale
perché fa sì che i bambini e le bambine acquisiscano maggiore consapevolezza rispetto al loro ruolo e al contributo che ciascuno può e deve dare per garantire una maggiore salvaguardia ambientale.

“Coinvolgere anche i più piccoli in queste attività permette loro di vivere un’esperienza assai gratificante e costruttiva. E poi è decisamente divertente per loro poterci aiutare a piantare nuove piantine! Si tratta di un gesto semplice e importante che può davvero rafforzare il senso di appartenenza alla comunità e che permette loro non solo di contribuire all’attuazione di un programma di riforestazione, ma anche di sviluppare una consapevolezza rispetto al proprio ruolo e contributo nella salvaguardia dell’ambiente. E’ per loro uno stimolo a voler migliorare il mondo, a partire dalla salvaguardia della splendida natura che li circonda!”.

ICEI Mozambico FORESTE deforestazione degrado forestale Mozambico ICEI Mozambico FORESTE deforestazione degrado forestale Mozambico ICEI Mozambico FORESTE deforestazione degrado forestale Mozambico

 

 

 

 

 

 

 

Il miombo, l’ecosistema dimenticato in cui vivono quaranta milioni di persone“, Massimiliano Sanfilippo – 24.03.18, pubblicato su rivistanatura.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

© 2019 ICEI Tutti i diritti riservati. | Via Cufra, 29 Milano 20159 (MI) | Tel.: +39 02 25785763 | info@icei.it | P. IVA 03993400153 | Privacy