• it

Sri Lanka: riso e spezie sostenibili

ICEI Sri Lanka Sri Prom

Lo Sri Lanka è uno dei paesi in cui si è concentrato maggiormente il nostro impegno nella cooperazione internazionale per rendere sostenibili due filiere tradizionali: riso e spezie. Qui, da oltre 15 anni, lavoriamo con le comunità locali a favore di un modello di sviluppo agricolo più sostenibile. Da sempre ci impegniamo per sostenere i piccoli produttori e lavoriamo con loro per creare e rafforzare imprese sociali e reti locali per favorire le loro condizioni sul mercato.

ICEI Sri Lanka Sri Prom

Con il progetto SRI-PROM (Sviluppo Rurale Integrato in Sri Lanka: riso e spezie dalla Produzione al Mercato) ci occupiamo di sostenere lo sviluppo di filiere eco-sostenibili e di alta redditività per i piccoli produttori agricoli, concentrandoci su due produzioni tradizionali dello Sri Lanka: il riso e le spezie.
Il progetto si concentra nei distretti di Ampara, Monaragala, Badulla e Kandy. Lavoriamo con i produttori e con le comunità in tutte le fasi della filiera: dalla produzione, alla trasformazione fino alla commercializzazione.

“Il nostro approccio tiene conto di due aspetti – spiega Tamara Soru, Capo progetto di ICEI nel paese – Il primo riguarda la ricerca di una maggiore sostenibilità ambientale e per questo ci impegniamo per preservare la fertilità del suolo, introducendo anche tecniche orientate alla mitigazione dei cambiamenti climatici. L’altro aspetto fondamentale riguarda poi i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici impiegati nelle coltivazioni e nella commercializzazione. E per farlo puntiamo a garantire prodotti equo-solidali. In questo modo vogliamo garantire che, oltre agli standard di qualità, ci siano anche condizioni di lavoro adeguate per le persone delle comunità con cui lavoriamo”.

I produttori di riso e spezie

Per quanto riguarda la produzione di riso, fino ad ora abbiamo coinvolto 103 produttori (e fra loro, quasi 1/3 sono donne) durante le stagioni agricole degli ultimi 2 anni nei Distretti di Monaragala, Badulla e Ampara.
In totale, nelle due stagioni, sono stati coltivati quasi 80 acri di terreno, seguendo pratiche biologiche e sostenibili con sementi tradizionali di riso, in particolare le qualità Kuruluthuda e Swandel.
Nel corso della seconda stagione agricola sono anche state organizzate delle Scuole di Formazione per gli agricoltori dei distretti di Badulla e Monaragala.

ICEI Sri Lanka Sri Prom

Per quanto riguarda la produzione di spezie, invece, i produttori con i quali stiamo lavorando sono per lo più donne (138 produttrici donne rispetto a 126 agricoltori uomini), provenienti dai distretti di Monaragala, Badulla, Ampara e Kandy. Ad essi si sommano anche i produttori di moringa, uno dei prodotti su cui stiamo puntando maggiormente per la commercializzazione, al momento soprattutto sul mercato locale, ma in futuro speriamo di riuscire a inserire anche la moringa fra i prodotti da commercializzare all’estero.

Le formazioni per pratiche più sostenibili nella coltivazione di riso e spezie

Le formazioni stanno procedendo con successo, e la partecipazione dei produttori è molto attiva! E anche le condizioni climatiche sono incoraggianti per il prossimo raccolto.
Per rispondere ai bisogni formativi nella maniera più accurata possibile, abbiamo analizzato le loro competenze pregresse e abbiamo poi realizzato un piano per il rafforzamento delle loro competenze tecniche e delle pratiche agronomiche. Ad oggi i produttori formati sono 230, di cui 120 donne e 110 uomini. Queste formazioni riguardano sia aspetti teorici che pratici.

Sri Lanka ICEI riso spezieLe formazioni sono svolte dai Field Officers del progetto e dal personale tecnico specializzato. Negli ultimi incontri ci siamo concentrati sulla gestione del raccolto, sullo stoccaggio delle varie spezie, sul controllo dei parassiti e sulle tecniche di trasformazione.
Oltre a questo, ci occupiamo anche di fornire più informazioni sulle attività di marketing e promozione.
Inoltre, un altro tema centrale delle formazioni riguarda il sistema di certificazioni (maggiori approfondimenti qui).
Infatti, uno dei nostri obiettivi è quello di accompagnare gli agricoltori e favorire le pratiche di coltivazione biologica, così da poter ottenere la certificazione, seguendo gli standard da rispettare e i meccanismi di gestione della certificazione collettiva, anche per quanto riguarda l’esportazione all’estero.

 

“Ancora non ho percepito un aumento del reddito a seguito delle pratiche di coltivazione biologica, ma continuo in questa direzione perché è molto importante preservare la salute della mia famiglia”.

Nilanthi, segretaria dell’associazione di produttori di spezie

Scopri anche le altre storie dei piccoli produttori con cui lavoriamo:


Unisciti a noi e sostieni i piccoli produttori dello Sri Lanka!

AGEVOLAZIONI FISCALI

Erogazione liberale ai sensi dell’art. 28 della legge n.49 del 26/02/1987, deducibile ai sensi dell’Art.14 DL 35/05

Per i privati:
sono deducibili gli importi delle donazioni nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14 Legge 80/05 “+ Dai – Versi”); oppure sono deducibili dal reddito complessivo le donazioni in favore delle ONG per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato (art. 10 co. 1 lett. g, DPR 917/86); oppure sono detraibili dall’imposta lorda per un importo pari al 26% le erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 euro a favore delle ONLUS (L. 96/12).

Per le aziende:
sono deducibili gli importi delle donazioni nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14 Legge 80/05 “+ Dai – Versi”); oppure sono deducibili dal reddito complessivo le donazioni a favore delle ONG per un ammontare non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art. 100 co. 2 lett. A, DPR 917/86); oppure sono deducibili le erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato a favore delle ONLUS (art. 100 co. 2 lett. H, DPR 917/86).

Nota bene: ai fini della deducibilità dal reddito, le donazioni devono essere effettuate tramite banca, ufficio postale, carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Per la detrazione è sufficiente allegare alla dichiarazione dei redditi la ricevuta del versamento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

© 2020 ICEI Tutti i diritti riservati. | Via Cufra, 29 Milano 20159 (MI) | Tel.: +39 02 25785763 | info@icei.it | P. IVA 03993400153 | Privacy