Ritorni Volontari Assistiti

Ritorni Volontari Assistiti attraverso la formazione professionale e il reinserimento in America Latina

icon-home Paese: Italia / Europa
icon-flag Località: –
icon-calendar Periodo: 2012 – 2013
icon-group Partner: Capofila: Organización de Estados Iberoamericanos para la Educación, la Ciencia y la Cultura
Partner: MERU-Associazione Movimento di Ecuadoriani a Londra (Regno Unito), ALCC-Associazione Lusofonia Culturale e Cittadinanza a Lisbona (Portogallo), FEDELATINA-Federazione delle Entità Latinoamericane della Cataluña a Barcellona (Spagna).
icon-euro Finanziatori: Unione Europea – DG Home Affairs

Contesto
Il Ritorno Volontario Assistito (RVA) è la possibilità di ritorno, con un aiuto logistico e finanziario, che si offre ai migranti che non possono o non vogliono restare in Italia e che desiderano spontaneamente ritornare al paese d’origine. Queste persone devono poter tornare dignitosamente e, se possibile, contribuire allo sviluppo o alla ricostruzione dei paesi d’origine. Il ritorno è inteso come una delle fasi del progetto migratorio individuale e non necessariamente come un suo fallimento. La migrazione, infatti, è un processo complesso che include la partenza, il viaggio e l’arrivo ma anche un possibile rientro nel paese d’origine per ricominciare una nuova fase di vita.

Obiettivi
Il progetto pilota PTRSI si è posto l’obiettivo di generare meccanismi di ritorno sostenibile rivolti ai migranti provenienti dall’America Latina che, utilizzando risorse già esistenti nei paesi di origine e rispondenti alle richieste del mercato locale, offre agli emigranti opportunità di ritorno effettivo con itinerari di reinserimento formativo e lavorativo. Il presente progetto ha operato a livello europeo a partire da una rete di partner per individuare, promuovere e assistere il ritorno di latinoamericani verso i paesi d’origine.

Beneficiari
L’iniziativa si è rivolta a cittadini di sei paesi latinoamericani (Perù, Ecuador, Brasile, Colombia, Bolivia, Paraguay) che non possedevano più le condizioni per il rinnovo del permesso di soggiorno o irregolarmente presenti in Italia.

Risultati raggiunti
70 cittadini stranieri (residenti in Spagna, Italia, Portogallo e Regno Unito), di cui 12 dall’Italia, sono ritornati nei loro paesi d’origine delle seguenti nazionalità: Colombia, Ecuador, Brasile, Perù.
Questo progetto, proponendo un percorso di accompagnamento in Italia e di formazione professionale nel paese di origine volto all’inserimento lavorativo, ha dato risposta alla situazione di difficoltà vissuta dai migranti irregolari o di prossima irregolarità in Italia e al loro desiderio di ritornare verso i paesi dell’America Latina che stanno riscontrando, negli ultimi anni, una crescita economica sempre maggiore.