Pur registrando un rallentamento dovuto al persistere della crisi economica, il fenomeno migratorio si è costantemente intensificato anche negli ultimi anni , e le stime per i prossimi decenni indicano che la migrazione resterà uno dei temi di maggior impatto sia nei Paesi di destinazione sia in quelli di provenienza . Da qui la crescente attenzione di ICEI nei confronti del tema delle migrazioni e della coesione sociale, inserito in un’ottica locale/nazionale ma anche in un più ampio contesto globale che includa i Paesi del Sud del mondo.
ICEI ha identificato quindi due assi di intervento: “Migrazioni” e “Cittadinanza interculturale”, con l’obiettivo da una parte di promuovere il ruolo positivo delle migrazioni, valorizzando le opportunità di cui il migrante è portatore, dall’altra di favorire percorsi di inclusione sociale e/o economica in Italia e in Europa, basati su un approccio interculturale e bidirezionale, per fasce vulnerabili di popolazione (migranti e no).

Gli assi di intervento sono:

  • Percorsi di cooperazione a supporto del ritorno dei migranti e del reinserimento nei Paesi d’origine, in un’ottica di valorizzazione del loro contributo allo sviluppo locale.
  • Percorsi innovativi di inserimento lavorativo e di inclusione sociale, in sinergia con altri soggetti del territorio – pubblici e privati, profit e no profit, a livello locale (Milano), nazionale ed europeo – sviluppando azioni coordinate: dalla formazione fino alla sperimentazione di iniziative micro-imprenditoriali.
  • Azioni di supporto e interazione con le comunità straniere (associate o no), di recente immigrazione e no, che permettano a tali comunità di essere protagoniste attive nel contesto locale, in un’ottica di processo che vada oltre la singola iniziativa progettuale.

 

Progetti